numero verde airic

Anatocismo


an image

Il termine anatocismo (dal greco anà - di nuovo, e tokòs - interesse) indica la capitalizzazione degli interessi su un capitale, affinché essi siano a loro volta produttivi di altri interessi (in pratica è il calcolo degli interessi sugli interessi). Nella prassi bancaria, tali interessi vengono definiti "composti". Un esempio di anatocismo è quello di capitalizzare (ossia sommare al capitale di debito residuo) gli interessi ad ogni scadenza di pagamento, anche se sono regolarmente pagati.


A seguito delle sentenze della Corte di Cassazione n. 2374/99 e n. 3096/99, le quali hanno sancito il carattere illegittimo dell’“uso” ormai non più in essere della Banca inerente la disparità di trattamento tra gli interessi attivi e quelli passivi, sono sempre più  le cause avanzate dai singoli correntisti nei confronti degli Istituti di Credito al fine di vedersi restituire importi già precedentemente versati alle Banche (nella maggior parte dei casi per diminuire il saldo di scoperto del proprio conto corrente).

La tutela dell’impresa consiste nel costante monitoraggio del corretto rapporto con il mondo bancario, fornendo all’imprenditore gli strumenti tecnici per valutare le condizioni applicatele.